martedì 5 febbraio 2013

Converse All Star, pregi e difetti

© Converse

La linea “Converse All Star”, must del secolo scorso, ha ritrovato slancio dopo l’acquisizione dell’azienda da parte della Nike e trova ormai ampia diffusione anche tra i giovanissimi.

Comode, allegre, in colori sgargianti o più tenui, con fantasie romantiche ma anche teschi per gli animi dark, ce n’è veramente per tutti i gusti e trovare la stampa adatta al proprio gusto personale non è difficile; lo stesso vale per i modelli: basse (All Star Low), alte, infradito, a ciabattina, sabot, bellissime two-fold, double toungue, con o senza stringhe, con lo strap, a forma di animale, con scaldamuscoli, tela, canvas, pelle, addirittura gli stivali antipioggia in plastica, sportive o casual riescono a soddisfare le esigenze più svariate.

© Converse


Sono scarpe che si adattano bene al piede, lo accolgono senza creare fastidi, quelle in stoffa soprattutto non creano disagio a chi soffre per via di caviglie particolarmente sensibili tuttavia in alcuni modelli la suola bassa, che mantiene la pianta del piede particolarmente vicina al terreno le rende poco adatte a chi soffra di particolari patologie al piede o problemi alla schiena.

In tutti gli altri casi la scarpa non presenta controindicazioni, dopo l’acquisto è necessario un periodo di adattamento in cui si modella sulla forma del piede senza comprimerlo; la si potrà utilizzare per passeggiate rilassanti ma anche per recarsi a scuola, al lavoro o in qualsiasi posto purché non la si adoperi per sport, la suola le rende inadatte!

Si adatta su qualsiasi terreno ed essendo antiscivolo è comoda anche se utilizzata su strade non asfaltate; quelle in stoffa leggera, anche se internamente “foderate”, quando piove si inzuppano lasciando passare l’acqua che ovviamente bagna completamente il piede. Per questo motivo in giornate piovose è meglio utilizzare un tipo di scarpa diverso; allo stesso modo se sono l’ideale in primavera e in estate, durante l’inverno fan prendere molto freddo al piede, meglio preferirle un modello diverso.

© Converse


Internamente alcuni modelli sono foderati con tela, cotone e per i modelli invernali è prevista una leggera imbottitura che però non tiene particolarmente caldo, la parte alta del piede e la caviglia sono protetti dal freddo ma il piede no.

Se utilizzate con continuità avranno presto o tardi bisogno di essere lavate, non solo per lo sporco che inevitabilmente ne rovina l’estetica ma anche per il fatto che il piede non traspira e perciò in breve la scarpa inizierà a emettere un cattivo odore; non c’e da preoccuparsi , quelle in cotone o tela anche se lavate in lavatrice non sbiadiscono, la tela torna pulita e la scarpa inodore.


12 commenti:

  1. che belle in tutte le versioni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacciono molto, concordo :-)

      Elimina
  2. ma vanno ancora alla grande... oramai sono parecchi anni!
    monica c.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non passano mai di moda, io ne ho 2 paia, uno estivo e uno invernale :-)

      Elimina
  3. Sono davvero belle. Le classiche verdi le usavo per giocare a pallacanestro..anni, anni fa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io le uso per gironzolare, sono una nanetta, la pallacanestro non fa per me ;-)

      Elimina
  4. Scuole medie...io non le avevo, ma la maggior parte dei ragazzi di quel periodo sì!

    RispondiElimina
  5. Io ho iniziato a usarle da pochi anni :-)

    RispondiElimina
  6. Mia figlia le adora, ne compra ogni anno un paio ma quest'anno non ha ancora trovato le sue preferite

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacciono, però io giro con un paio scassatissimo che ormai avrà almeno 5 anni :-)

      Elimina